Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima)

Hana Hostel Staff

Nome: Hana Hostel
Tipo: Ostello
Locazione: Hiroshima
Numero di notti: 2
Tipo sistemazione: Camera da quattro (condivisa)
Costo sistemazione: Basso (circa 21€)
Sito web: http://hiroshimahostel.jp/

L’Hana Hostel, come molti ostelli da noi scelti, è situato in una locazione comoda rispetto alla stazione di Hiroshima. Comodo come vicinanze, e molta cordialità vi attendono in questo ostello pieno di posti ma abbastanza modesto.

L’Hana Hostel

La camera con noi dentro

Anche l’Hana Hostel, come tutti i posti dove siamo stati, è pieno di gente cordiale. La ragazza all’ingresso che ci ha accolti parlava perfettamente l’inglese e gentilmente ci ha spiegato tutti i funzionamenti dell’ostello e i luoghi più importanti. All’ingresso vi troverete di fronte ad una modestissima sala, che ospita due pc (costo circa 100 yen per 30 minuti). Se vi saranno molti checkin o checkout il posto sarà piuttosto scomodo per molte persone, ma nel complesso si presenta come un ingresso molto caldo. Internet wi-fi per chi ha un portatile è comunque gratis, ma gli spazi comuni non erano esageratamente grandi. Nei giorni di pioggia viene fornito anche un noleggio gratuito degli ombrelli (nel nostro caso è stato indispensabile).

Avevamo scelto una camera condivisa da quattro persone. Essendo noi in tre eravamo la maggioranza, la quarta persona era una silenziosa ragazza proveniente dall’Hokkaido (che si svegliava ad orari improbabili).
La stanza, purtroppo, era molto piccola, per quanto carina. I letti a castello risultavano comodi ma il complesso veniva penalizzato dal poco spazio per muoversi (due persone accanto non potevano starci. Solo in fila indiana, se così si può descrivere). A causa dello spazio è stato obbligatorio posizionare i nostri zaini fuori, in un apposito sgabuzzino posto esattamente al termine delle scale.
Il bagno privato della camera era comunque in proporozione al resto, molto piccolo, e solo una tenda funzionava da divisorio (l’unica porta era quella che chiudeva il metro quadro destinato al WC).

Ottime invece le indicazioni del sito, probabilmente tra le migliori che abbiamo trovato.

Vicino / Lontano da

Vicinissimo alla stazione. Pochissimi minuti e sarete arrivati. Per la strada troverete anche un piccolo negozio che vende bento appena fatti, squisiti ed a basso costo. Utili per prepararsi ad una giornata lunga e piena di camminate.
Purtroppo le maggiori attrazioni si trovano lontano dalla stazione (mezz’ora o qualcosa più di cammino) quindi anche l’ostello risulta lontano da esse. Ciononostante alla stazione c’è un servizio di BUS qualora non vogliate camminare.

Conclusioni

Un posto per chi non ha grandi pretese. Perfetto per momenti di toccata e fuga dove non pianificate di passare troppo tempo all’interno dell’ostello. Molto carino, e con un’aria pacifica. Ottima accoglienza e personale che parla inglese. Peccato per gli spazi che sono ridotti davvero all’osso. Se siete persone che vogliono un pò di libertà in termini di comodità, forse potreste trovarvi scomodi.

Punti forti:
Internet wi-fi gratis
I mitici ombrelli per la pioggia
La vicinanza alla stazione
Personale che parla inglese

Voto complessivo: 3.0 / 5

3 pensieri su “Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima)

  1. Ottimo post! Magari se torno ad Hiroshima vado qua, anche se io Hiroshima l'ho trovata una città piuttosto noiosa, e voi? Ci sono parti interessanti (Miyajima e Parco della Pace) ma per il resto è una rottura incredibile..
    che ne pensate?

  2. Ciao Marco. Hiroshima purtroppo è una città che anche ai nostri occhi ha avuto poco da offrire. Una città piuttosto piatta. Una metropoli molto grigia senza veri spunti innovativi. A parte l'angoscia del A Bomb Dome e la bellissima Miyajima (nei dintorni del porto c'è una panetteria dove fanno un buon pane al curry) rimane davvero poco purtroppo.
    Se tornerò in giappone penso che la salterò. Purtroppo è solo per la triste storia di Hiroshima che mi ci sono avvicinato (e per chi ha consigliato l'isoletta accanto).

Rispondi