Viaggio in Giappone http://viaggio-giappone.it Resoconto e recensioni di un viaggio (vero) in Giappone Mon, 26 Oct 2015 16:27:56 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.6 37996536 Viaggio in Giappone d’Autunno per vedere gli Aceri Rossi (Momijigari) http://viaggio-giappone.it/2015/10/26/viaggio-in-giappone-dautunno-per-vedere-gli-aceri-rossi-momijigari/ http://viaggio-giappone.it/2015/10/26/viaggio-in-giappone-dautunno-per-vedere-gli-aceri-rossi-momijigari/#respond Mon, 26 Oct 2015 16:27:56 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=426 Non contento di essere stato in giappone nel 2009 per vedere la fioritura dei ciliegi quest’anno ci tornerò assieme alla mia fidanzata per ammirare la bellezza del Giappone in Autunno con i suoi splendenti colori rossi autunnali, quello che in giappone viene chiamato Momijigari. Il nostro nuovo viaggio sarà un filo più rilassato del vecchio … Continua la lettura di Viaggio in Giappone d’Autunno per vedere gli Aceri Rossi (Momijigari)

L'articolo Viaggio in Giappone d’Autunno per vedere gli Aceri Rossi (Momijigari) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
Non contento di essere stato in giappone nel 2009 per vedere la fioritura dei ciliegi quest’anno ci tornerò assieme alla mia fidanzata per ammirare la bellezza del Giappone in Autunno con i suoi splendenti colori rossi autunnali, quello che in giappone viene chiamato Momijigari.

Il nostro nuovo viaggio sarà un filo più rilassato del vecchio viaggio del viaggio primaverile dove eravamo andati a Beppu (bella, ma impegnativa sia per tempi di trasporto che altro).

Stavolta ci concentreremo più nella zona di Kyoto, con qualche eccezione iniziale, ecco il piano:

Il viaggio dura circa 23 giorni (arriviamo il 4 novembre e partiamo il 27).

Le tappe del viaggio autunnale

  • 4 Novembre
    Tokyo
    Arrivo la mattina, ci godiamo Tokyo 🙂
    Alloggio al Kimi Ryokan 
  • 5 Novembre
    Tokyo
  • 6 Novembre
    Tokyo
    tour al  Ghibli museum
  • 7 Novembre
    Partenza da Tokyo
    Visita a Nikko e poi si va a Chuzenji
    Alloggio al Yamato-no-Yado Sugimoto-kan
  • 8 Novembre
    Chuzenji
    Visita alle Kegon Falls e al lago di Chuzenji
  • 9 Novembre
    Salutiamo Chuzenji e andiamo ad Hakone
    Alloggio al Ichinoyu 
    Hokan
  • 10 Novembre
    Hakone
    Si fa il giro di Hakone, e ci si gode le terme!
  • 11 Novembre
    Au revoir Hakone ci dirigiamo a Fujikawaguchiko sperando di vedere il monte Fuji
    Alloggio al  Ichifujiso
  • 12 Novembre
    Fujikawaguchiko
    Ci guardiamo il lago e speriamo di prendere la bici per girarlo
  • 13 Novembre
    Andiamo da Fujikawaguchiko a Tsumago
    e ci facciamo la camminata da Tsumago a Magome, dove dormiremo
    Alloggio a Magomechaya
  • 14 Novembre
    Ci gustiamo Magome e poi andiamo a Kyoto
    Alloggio al Tour Club (che abbiamo recensito nel 2009 qua
  • 15 Novembre
    Kyoto
  • 16 Novembre
    Kyoto
  • 17 Novembre
    Kyoto
    Visita a Miyajima (con il JR Pass dovrebbe esser facile farlo come viaggio un giorno)
  • 18 Novembre
    Kyoto
    Visita a Arashiyama
  • 19 Novembre
    Kyoto
    (si nota che mi piace Kyoto?)
  • 20 Novembre
    Goodbye Kyoto, andiamo nella ruralissima Ohara
    Alloggio al Oharanosato
  • 21 Novembre
    Ci godiamo la bellissima Ohara e poi andiamo a Nara!
    Alloggio (a nara) all’Ugaya Guest House (che abbiamo recensito nel 2009 qua)
  • 22 Novembre
    Nara
    Nara è bellissima. Passateci del tempo.
  • 23 Novembre
    da Nara andiamo al Monte Koyasan
    Alloggio al Shojoshin-in 
  • 24 Novembre
    dopo il (suppongo) freddo Koya andiamo alla nostra meta finale, Osaka
    Alloggio ad osaka Cuurong (Airbnb)
  • 25 Novembre
    Osaka
    Visitiamo Kobe!
  • 26 Novembre
    Osaka
  • 27 Novembre
    Osaka (partenza 12:20)
    Arrivederci Giappone!

Questo è il lungo itinerario!
Vedremo come sempre in base a tempo di aggiornarvi e recensire i posti dove siamo stati 😉

Cosa porteremo in valigia (attenzione attenzione!)

Questo viaggio è un viaggio molto particolare
in quanto porteremo solo il bagaglio a mano.

Esatto, niente valigia in stiva, ma solo uno zainetto che passerebbe anche i controlli Ryanair.

Perché? Perché grazie a questo possiamo spostarci velocemente e senza intoppi.
E perché siamo troppo abituati a soluzioni “eccessive”, è bellissimo viaggiare con poco.
In un articolo successivo andremo anche a spiegarvi che cosa metteremo in valigia, così da farvi avere un’idea di cosa serve se vi sentite temerari a sufficienza 🙂

L'articolo Viaggio in Giappone d’Autunno per vedere gli Aceri Rossi (Momijigari) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2015/10/26/viaggio-in-giappone-dautunno-per-vedere-gli-aceri-rossi-momijigari/feed/ 0 426
Benvenuto in “Viaggio in giappone”! http://viaggio-giappone.it/2013/08/16/benvenuti/ Fri, 16 Aug 2013 11:52:18 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=328 Hai presente quei momenti dove vuoi sapere che luoghi visitare in Giappone? O capire da chi c’era stato COSA VALE LA PENA e cosa no? E quando invece eri incerto se quell’ostello era carino come dicevano? (per favore… non dirci che non ci pensi mai!) Beh… — NOI CI DOMANDAVAMO LA STESSA COSA. — E … Continua la lettura di Benvenuto in “Viaggio in giappone”!

L'articolo Benvenuto in “Viaggio in giappone”! proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
Hai presente quei momenti dove vuoi sapere che luoghi visitare in Giappone?
O capire da chi c’era stato COSA VALE LA PENA e cosa no?

E quando invece eri incerto se quell’ostello era carino come dicevano? (per favore… non dirci che non ci pensi mai!)

Beh…
— NOI CI DOMANDAVAMO LA STESSA COSA. —

E come abbiamo risolto?
NON abbiamo risolto… e ci siamo arrangiati…

Ma c’è una cosa buona in tutto questo: Abbiamo deciso di scrivere tutto!
In questo modo le persone come te avrebbero potuto togliersi i dubbi che noi stessi avevamo (della serie: mal comune…)

E quindi abbiamo fatto un piccolo blog sul Viaggio in Giappone.
Sul nostro viaggio, cosi che, TU POSSA DIVERTIRTI AL MASSIMO.

Ormai il viaggio è vecchio di qualche anno, ma non è che il Giappone sia cambiato molto.

Quindi inizia pure a leggere! E se hai dubbi, chiedi!
Questo blog non andrà MAI in disuso 😉

Francesco, Andrea, Luca

L'articolo Benvenuto in “Viaggio in giappone”! proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
328
Recensione Guesthouse: Ugaya (Nara) http://viaggio-giappone.it/2009/10/11/recensione-guesthouse-ugaya-nara/ http://viaggio-giappone.it/2009/10/11/recensione-guesthouse-ugaya-nara/#comments Sun, 11 Oct 2009 17:22:12 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=300 Luogo: Nara Durata pernottamento: 3 giorni Luogo scelto: Ugaya Guest House Prezzo: 3000 yen (circa 25 euro a notte) Uno degli alloggi che ci è rimasto maggiormente nel cuore è proprio la Guesthouse (letteralmente: casa degli ospiti) di Nara. Un luogo davvero particolare, unico per personalità e dettagli. La Guesthouse Ugaya Viene spontaneo domandarsi cosa … Continua la lettura di Recensione Guesthouse: Ugaya (Nara)

L'articolo Recensione Guesthouse: Ugaya (Nara) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
Ugaya Guest House Logo

Luogo: Nara
Durata pernottamento: 3 giorni
Luogo scelto: Ugaya Guest House
Prezzo: 3000 yen (circa 25 euro a notte)

Uno degli alloggi che ci è rimasto maggiormente nel cuore è proprio la Guesthouse (letteralmente: casa degli ospiti) di Nara. Un luogo davvero particolare, unico per personalità e dettagli.

La Guesthouse Ugaya

Viene spontaneo domandarsi cosa ci sia di speciale in questa semplicissima guesthouse. Beh, anzitutto la cordialità. La giovane ragazza che lo gestisce parla uno splendido inglese e sa davvero come farvi sentire a casa vostra. Una gentilezza più unica che rara che riesce a trasformare il locale in qualcosa che non dimenticherete. A noi ha fornito un’utilissima mappa della città con tutti i monumenti e ci ha consigliato dei posti “segreti” per godere appieno della fioritura dei ciliegi.

Il posto si trova a pochi minuti dalla stazione di Nara, e sebbene non sia in una via principale una volta memorizzato, non sarà difficile ritrovarlo. Inoltre si trova in centro e questo vi consentirà di accedere in cinque minuti (a piedi) a tutti i negozi che la città di Nara ha da offrirvi.

L’ingresso dell’Ugaya

Appena entrerete nell’Ugaya vi colpirà la sala centrale, già visibile attraverso l’ingresso a vetro. Interamente in legno e piena di libri, fumetti, ed ogni tipo di elemento cartaceo. E’ originale e vi fa sentire assolutamente all’interno di una casa e non di un qualunque albergo. Le casse portano sempre una musica delicata, e se mai vi fermerete ad osservare la vita di tutti i giorni dei gestori, beh, ci troverete qualcosa di speciale pure lì.

La nostra stanza era ovviamente non chiusa, con porte scorrevoli, ampia e vicina al bagno. Un difetto che possiamo trovare, nonostante l’eccellente pulizia, è l’impossibilità di fare “il bagno giapponese”, nonostante il bagno ne sia dotato. Bisogna accontentarsi della doccia, come richiedono i gestori. Ma non bisogna neanche dimenticarsi che questa è una guesthouse, e non un’albergo/ostello/ryokan.

Una cosa splendida di questo posto è internet, che è gratuito per tutti per mezzo di un computer unico su cui, con onestà, si può navigare senza darsi noia.

Vicino / Lontano da

Vicino alla stazione ed al centro. L’Ugaya si colloca in maniera ottimale per visitare Nara, sebbene, come già detto, fuori da rotte comuni (in una piccola via). Ciononostante si trova facilmente, e il personale sa parlare un inglese magistrale. Non spaventatevi!

Conclusioni

Che dire. Noi siamo rimasti decisamente ammaliati da questo posto. Torneremmo solo a Nara per dormirci di nuovo. Il prezzo concorrenziale e la cordialità non lasciano spazio a indugi. Oltretutto vi consigliamo, soprattutto se il vostro viaggio è stato molto impegnativo, di godervi più di due giorni a Nara. Nonostante la città si possa visitare interamente in una giornata e mezzo, la sua tranquillità ed  il suo stile di vita più “naturale” non possono che farvi bene

Punti forti

  • Il personale parla inglese
  • Cordialità
  • Accoglienza dei locali
  • Vicinanza dalla stazione
  • Internet gratis

Voto complessivo: 4.5 / 5

L'articolo Recensione Guesthouse: Ugaya (Nara) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/10/11/recensione-guesthouse-ugaya-nara/feed/ 5 300
Recensione Ostello: Tour club (Kyoto) http://viaggio-giappone.it/2009/08/08/recensione-ostello-tour-club-kyoto/ http://viaggio-giappone.it/2009/08/08/recensione-ostello-tour-club-kyoto/#comments Sat, 08 Aug 2009 14:40:59 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=299 Nome: Tour club Tipo: Ostello Locazione: Kyoto Numero di notti: 5 Tipo sistemazione: Camera da tre (privata) Costo sistemazione: Basso (circa 25€) Sito web: http://www.kyotojp.com/ Il Tour Club è stata una scelta davvero fortunata. Vedendolo da fuori potreste avere dei dubbi, ma dopo essere entrati capirete che siete davanti ad un posto davvero speciale e … Continua la lettura di Recensione Ostello: Tour club (Kyoto)

L'articolo Recensione Ostello: Tour club (Kyoto) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
hostel di Kyoto in stile Ryokan

Nome: Tour club
Tipo: Ostello
Locazione: Kyoto
Numero di notti: 5
Tipo sistemazione: Camera da tre (privata)
Costo sistemazione: Basso (circa 25€)
Sito web: http://www.kyotojp.com/

Il Tour Club è stata una scelta davvero fortunata. Vedendolo da fuori potreste avere dei dubbi, ma dopo essere entrati capirete che siete davanti ad un posto davvero speciale e che (almeno a noi) ci è rimasto nel cuore.

Il Tour Club

Pernottare  cinque notti nel solito posto può risultare una scommessa con la fortuna. Se il posto è scomodo, o inadatto, la vacanza potrebbe risentirne. Il Tour Club invece è un posto che non può lasciarvi indifferenti. Situato vicino alla stazione il Tour Club è un ostello davvero notevole.
Appena entrati sarete di fronte alla reception dove tutto il personale parla un’inglese davvero magistrale. I gestori del Tour Club sono tutti ragazzi giovani che hanno il sogno di crescere nel campo degli ostelli e sperano piano piano di raggiungere anche qualcosa di più. E all’interno lo capirete, perchè in tutta la struttura si da davvero risalto ai piccoli dettagli, necessari per differenziarsi in una città grande come Kyoto.

P1040012.JPG
Luca in camera alle prese con lo zaino

Superato l’ingresso vi sono i due (scarni) computer a pagamento (la rete wireless è però gratuita). Il costo è stato tra i più alti. 100 yen per 10 minuti (e questo è forse l’unico punto a sfavore). Oltre la reception ed i computer c’è la splendida sala comune,  dove thè e caffè sono gratuiti e, quando la stanza è piena di persone, anche il sakè viene offerto agli ospiti dell’ostello. Un posto eccezionale per parlare, e ritrovarsi con gli amici. O per fare nuove conoscenze.

A destra della reception si può salire le scale per arrivare alle varie stanze (che possono essere sia in stile giapponese che occidentale). Noi per risparmiare abbiamo scelto una stanza privata occidentale. Nel nostro caso la stanza era abbastanza piccola, ma i letti erano comodi e non c’erano odori sgradevoli. Il bagno era esterno e condiviso solo con un’altra stanza. Sempre pulito come d’altronde anche la doccia.

Vicino / Lontano da

L’ostello Tour Club si trova davvero vicino alla stazione di Kyoto, con poco meno di dieci minuti di cammino ci arriverete senza problemi. L’ostello è poi vicino ad una lavanderia (pochi minuti di cammino, qualora la lavatrice dell’ostello sia già impegnata) ed a piccoli ristoranti economici (tra cui uno “per studenti” dove potrete mangiare un semplice ramen a 300 yen). Essendo vicino alla stazione non ci sono problemi di collegamento con nessuna parte di Kyoto.

Conclusioni

Un ostello che ci è rimasto nel cuore. L’accoglienza, l’ambiente davvero zen, lo staff con un’inglese così perfetto. Ti fa sentire davvero a casa. Un posto che non possiamo non consigliare a tutti. Peccato per il costo forse troppo elevato della connessione tramite i pc dell’ostello, ma per il resto è davvero impeccabile.

Punti forti:

  • Personale con ottima parlata inglese
  • Cordialità, ed ambiente.
  • Ottima sala comune
  • Thè e caffè gratis (ed a volte anche sakè!)
  • Vicinanza alla stazione

Voto complessivo: 4.0 / 5

L'articolo Recensione Ostello: Tour club (Kyoto) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/08/08/recensione-ostello-tour-club-kyoto/feed/ 7 299
Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima) http://viaggio-giappone.it/2009/07/22/recensione-ostello-hana-hostel-hiroshima/ http://viaggio-giappone.it/2009/07/22/recensione-ostello-hana-hostel-hiroshima/#comments Wed, 22 Jul 2009 19:21:12 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=293 Nome: Hana Hostel Tipo: Ostello Locazione: Hiroshima Numero di notti: 2 Tipo sistemazione: Camera da quattro (condivisa) Costo sistemazione: Basso (circa 21€) Sito web: http://hiroshimahostel.jp/ L’Hana Hostel, come molti ostelli da noi scelti, è situato in una locazione comoda rispetto alla stazione di Hiroshima. Comodo come vicinanze, e molta cordialità vi attendono in questo ostello … Continua la lettura di Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima)

L'articolo Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
Hana Hostel Staff

Nome: Hana Hostel
Tipo: Ostello
Locazione: Hiroshima
Numero di notti: 2
Tipo sistemazione: Camera da quattro (condivisa)
Costo sistemazione: Basso (circa 21€)
Sito web: http://hiroshimahostel.jp/

L’Hana Hostel, come molti ostelli da noi scelti, è situato in una locazione comoda rispetto alla stazione di Hiroshima. Comodo come vicinanze, e molta cordialità vi attendono in questo ostello pieno di posti ma abbastanza modesto.

L’Hana Hostel

La camera con noi dentro

Anche l’Hana Hostel, come tutti i posti dove siamo stati, è pieno di gente cordiale. La ragazza all’ingresso che ci ha accolti parlava perfettamente l’inglese e gentilmente ci ha spiegato tutti i funzionamenti dell’ostello e i luoghi più importanti. All’ingresso vi troverete di fronte ad una modestissima sala, che ospita due pc (costo circa 100 yen per 30 minuti). Se vi saranno molti checkin o checkout il posto sarà piuttosto scomodo per molte persone, ma nel complesso si presenta come un ingresso molto caldo. Internet wi-fi per chi ha un portatile è comunque gratis, ma gli spazi comuni non erano esageratamente grandi. Nei giorni di pioggia viene fornito anche un noleggio gratuito degli ombrelli (nel nostro caso è stato indispensabile).

Avevamo scelto una camera condivisa da quattro persone. Essendo noi in tre eravamo la maggioranza, la quarta persona era una silenziosa ragazza proveniente dall’Hokkaido (che si svegliava ad orari improbabili).
La stanza, purtroppo, era molto piccola, per quanto carina. I letti a castello risultavano comodi ma il complesso veniva penalizzato dal poco spazio per muoversi (due persone accanto non potevano starci. Solo in fila indiana, se così si può descrivere). A causa dello spazio è stato obbligatorio posizionare i nostri zaini fuori, in un apposito sgabuzzino posto esattamente al termine delle scale.
Il bagno privato della camera era comunque in proporozione al resto, molto piccolo, e solo una tenda funzionava da divisorio (l’unica porta era quella che chiudeva il metro quadro destinato al WC).

Ottime invece le indicazioni del sito, probabilmente tra le migliori che abbiamo trovato.

Vicino / Lontano da

Vicinissimo alla stazione. Pochissimi minuti e sarete arrivati. Per la strada troverete anche un piccolo negozio che vende bento appena fatti, squisiti ed a basso costo. Utili per prepararsi ad una giornata lunga e piena di camminate.
Purtroppo le maggiori attrazioni si trovano lontano dalla stazione (mezz’ora o qualcosa più di cammino) quindi anche l’ostello risulta lontano da esse. Ciononostante alla stazione c’è un servizio di BUS qualora non vogliate camminare.

Conclusioni

Un posto per chi non ha grandi pretese. Perfetto per momenti di toccata e fuga dove non pianificate di passare troppo tempo all’interno dell’ostello. Molto carino, e con un’aria pacifica. Ottima accoglienza e personale che parla inglese. Peccato per gli spazi che sono ridotti davvero all’osso. Se siete persone che vogliono un pò di libertà in termini di comodità, forse potreste trovarvi scomodi.

Punti forti:
Internet wi-fi gratis
I mitici ombrelli per la pioggia
La vicinanza alla stazione
Personale che parla inglese

Voto complessivo: 3.0 / 5

L'articolo Recensione Ostello: Hana Hostel (Hiroshima) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/07/22/recensione-ostello-hana-hostel-hiroshima/feed/ 3 293
Recensione Ryokan: Nogamihonkan Ryokan (Beppu) http://viaggio-giappone.it/2009/07/04/recensione-ryokan-nogamihonkan-ryokan-beppu/ http://viaggio-giappone.it/2009/07/04/recensione-ryokan-nogamihonkan-ryokan-beppu/#comments Sat, 04 Jul 2009 19:52:16 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=285 Nome: Nogamihonkan Ryokan Tipo: Ryokan Locazione: Beppu Numero di notti: 2 Tipo sistemazione: Camera tripla (privata) Costo sistemazione: Medio (circa 45€) Sito web: http://www008.upp.so-net.ne.jp/yuke-c/english.html Il Nogamihonkan Ryokan è uno di quei posti che grazie al passaparola può confermare solo i pregi accennati da altri. Situato a Beppu, a circa 10 minuti dalla stazione e vicino … Continua la lettura di Recensione Ryokan: Nogamihonkan Ryokan (Beppu)

L'articolo Recensione Ryokan: Nogamihonkan Ryokan (Beppu) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>

Nome: Nogamihonkan Ryokan
Tipo: Ryokan
Locazione: Beppu
Numero di notti: 2
Tipo sistemazione: Camera tripla (privata)
Costo sistemazione: Medio (circa 45€)
Sito web: http://www008.upp.so-net.ne.jp/yuke-c/english.html

Il Nogamihonkan Ryokan è uno di quei posti che grazie al passaparola può confermare solo i pregi accennati da altri.
Situato a Beppu, a circa 10 minuti dalla stazione e vicino al centro della città, il Nogamihonkan è un posto eccellente dove soggiornare.

Il Nogamihonkan Ryokan

Il Ryokan è gestito da persone gentilissime e che non mancheranno di accogliervi nel migliore dei modi. Nel nostro caso è stato gentilissimo il gestore (un uomo) che una volta saputa la nostra prossima tappa (Hiroshima) si è messo d’impegno e ci ha fornito una cartina della città, con tutte le informazioni necessarie. Davvero ottimo.

Una foto della camera (disordinata)

Essendo poi Beppu una città famosa per le terme questo posto non mancherà di deludervi. Sono ben 5 i bagni disponibili. Due bagni pubblici (uno per uomini ed uno per donne) , e ben tre bagni privati, che dovrete prenotare all’ingresso del Ryokan. I tre bagni a loro volta si distinguono in “Classico” (ovvero in stile giapponese), “Moderno” (con dei mosaici), ed un ultimo bagno che include anche delle facilità per persone con handicap, insomma chi più ne ha più ne metta.

Il posto si trova in una zona comoda per visitare la parte “bassa” della città senza problemi. Beppu è infatti una città che si estende molto, gli Inferni infatti (una delle sue attrazioni) si trovano nella parte più alta della città, lontana dalla stazione e da quello che si può definire il centro.

La camera fornitaci era una tripla, comoda per tre persone (ma non gigantesca negli spazi. Sebbene fossero più che sufficienti). C’era anche un bagno privato nella camera, thè verde e dolcetti (come visitatori adoriamo sempre i dolcetti).
L’insieme della struttura (bagni compresi) era sempre pulito, le zone comuni molto semplici ed in ordine. Il personale poi un pò di inglese lo parla (soprattutto l’uomo) quindi non fatevi spaventare!

Al mattino potrete anche usufruire della colazione (c’è anche la cena alla sera che però non abbiam provato) abbondantissima a 1000 yen in stanze comuni. Perfetto per fare conoscenze (ma è un Ryokan “da famiglia” diciamo).
La colazione come già detto era squisita e davvero abbondante.

Vicino / Lontano da

Vicino alla stazione (solo 10 minuti). Vicino anche al mare, il Ryokan è circa posizionato a metà tra i due.

Lontano (ovviamente) dagli Inferni, l’attrazione principale della città. Ma non spaventatevi, gli Inferni sono in una zona piuttosto periferica, e se volete vederli tutti dovrete comunque usare un mezzo di trasporto (noi abbiamo usato i nostri piedi, e non lo consigliamo).

Conclusioni

In una località come Beppu è inutile stare a risparmiare troppo. Luoghi come il Nogamihonkan ti fanno davvero godere la termalità di Beppu. Un posto assolutamente da vedere e consigliare.

Punti forti:
Accettano carta di credito (cosa rara)
Internet gratis sul loro pc
Thè e caffè gratis
I 5 bagni termali

Voto complessivo: 4.0 / 5

L'articolo Recensione Ryokan: Nogamihonkan Ryokan (Beppu) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/07/04/recensione-ryokan-nogamihonkan-ryokan-beppu/feed/ 1 285
Recensione ostello: Sakura Hostel (Tokyo, Asakusa) http://viaggio-giappone.it/2009/06/02/recensione-ostello-sakura-hostel-tokyo-asakusa/ http://viaggio-giappone.it/2009/06/02/recensione-ostello-sakura-hostel-tokyo-asakusa/#respond Tue, 02 Jun 2009 10:29:17 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=255 Nome: Sakura Hostel Tipo: Ostello Locazione: Tokyo (Asakusa) Numero di notti: 2 Tipo sistemazione: Camera multipla Costo sistemazione: Economico (circa 25€) Sito web: http://www.sakura-hostel.co.jp/ Il Sakura Hostel è il primo posto dove abbiamo dormito in Giappone. Prima di sceglierlo abbiamo valutato molte altre scelte economiche (tra cui alcuni Ryokan). Alla fine, un pò perchè molti … Continua la lettura di Recensione ostello: Sakura Hostel (Tokyo, Asakusa)

L'articolo Recensione ostello: Sakura Hostel (Tokyo, Asakusa) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
sakura hostel

Nome: Sakura Hostel
Tipo: Ostello
Locazione: Tokyo (Asakusa)
Numero di notti: 2
Tipo sistemazione: Camera multipla
Costo sistemazione: Economico (circa 25€)
Sito web: http://www.sakura-hostel.co.jp/

Il Sakura Hostel è il primo posto dove abbiamo dormito in Giappone. Prima di sceglierlo abbiamo valutato molte altre scelte economiche (tra cui alcuni Ryokan). Alla fine, un pò perchè molti posti erano già pieni, un pò perchè ci sembrava comunque valido, abbiamo scelto questo.

Il risultato è che non ce ne siamo affatto pentiti. Nel nostro caso dormivamo in una stanza da 6 persone totali. L’hotel si trova a circa 10/15 minuti di cammino dalla metro(Asakusa sulla Ginza line). Non tanto ma neanche pochissimo. Se siete carichi di valige ovviamente valutate anche questo.

Il Sakura Hostel

Il posto è vicino ad un parco giochi, che durante il giorno potrà essere rumoroso ma durante la notte non vi creerà alcun fastidio.
Il personale parla un buon inglese, e subito all’ingresso potrete vedere una spaziosa sala comune dotata di pc connessi ad internet(costo: 100yen per mezz’ora. il migliore che abbiamo trovato durante il nostro viaggio). La connessione wi-fi è inoltre gratuita per chiunque abbia un portatile o un dispositivo che si possa connettere.
L’ostello è composto da più piani. Noi eravamo al terzo se non ricordo male. C’era una parte di strada per arrivare alla camera che era all’aperto. D’inverno potrebbe risultare scomodo, ma tutto sommato è un tratto davvero piccolo.

I bagni sono puliti, e non abbiamo mai trovato code o file, o problemi di altro tipo. L’ostello poi fornisce anche un servizio di colazione per circa 300yen, fornendo pane da tostare, marmellate e burro (più beveraggi come caffè/thè), ed una piccola cucina (annessa alla sala comune) da usare per cucinare i propri piatti.

Se inoltre volete lasciare i vostri bagagli al piano sotterraneo avrete a disposizione uno scantinato ampio dove vengono lasciati i bagagli aggiuntivi di tutti.

Come già detto siamo stati in una camera da 6 persone totali. La camera era “adatta” nel senso che permetteva di viverci abbastanza bene. I letti erano a castello e non c’erano odori strani.

Vicino a / lontano da

Vicino ad Asakusa (letteralmente nel mezzo) si può raggiungere il mercatino in meno di cinque minuti.
Non vicinissimo alla metro (circa 10/15 minuti di cammino)
Comodo anche per andare ad ueno / akihabara.
Vicino (tramite trasporti) alla stazione di Ueno, che potreste scegliere come punto di arrivo dall’aereoporto di Narita.

Conclusioni

Ci siamo trovati davvero molto bene! Il personale è stato sempre disponibile e davvero non abbiam trovato problemi. Un posto che consigliamo vivamente a chi vuol risparmiare!

Punti di forza:
Ampio spazio comune
Wi-fi gratis.
Computer con internet a 100 yen
Bagni puliti

Voto complessivo: 4.0 / 5

Aggiornamenti: i gentilissimi ragazzi del Sakura Hostel ci ringraziano della recensione esattamente a questo link.
Non posso che ribadire quanto siano e siano stati cordiali con noi. Mitici!

L'articolo Recensione ostello: Sakura Hostel (Tokyo, Asakusa) proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/06/02/recensione-ostello-sakura-hostel-tokyo-asakusa/feed/ 0 255
Giorno 21-22:Ultimi giorni in Tokyo, Shibuya, Shinjuku, Ginza e souvenirs!!! http://viaggio-giappone.it/2009/05/13/giorno-20-21ultimi-giorni-in-tokyo-shibuya-shinjuku-ginza-e-souvenirs/ http://viaggio-giappone.it/2009/05/13/giorno-20-21ultimi-giorni-in-tokyo-shibuya-shinjuku-ginza-e-souvenirs/#comments Wed, 13 May 2009 08:00:06 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=248 Abbiamo organizzato gli ultimi due giorni a Tokyo in modo da vedere i posti più importanti che ancora on avevamo visto, senza però dimenticarci di comprare quintali di oggetti e souvenirs che ogni buon turista deve portarsi a casa dal Giappone; dicono che il Giappone salga sul livello del mare di 2 mm ogni anno … Continua la lettura di Giorno 21-22:Ultimi giorni in Tokyo, Shibuya, Shinjuku, Ginza e souvenirs!!!

L'articolo Giorno 21-22:Ultimi giorni in Tokyo, Shibuya, Shinjuku, Ginza e souvenirs!!! proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
Uno scorcio di Ginza
Uno scorcio di Ginza

Abbiamo organizzato gli ultimi due giorni a Tokyo in modo da vedere i posti più importanti che ancora on avevamo visto, senza però dimenticarci di comprare quintali di oggetti e souvenirs che ogni buon turista deve portarsi a casa dal Giappone; dicono che il Giappone salga sul livello del mare di 2 mm ogni anno a causa dei souvenirs che i turisti portano via.

La prima giornata completa a Tokyo è stata suddivia quindi tra Ginza luogo di negozi di grandi marche, Shinjuku famosa per il suo affollatissimo scrumble e Shibuya luogo di vita notturna e zone proibite.

La mattina per la maggior parte è stata dedicata a Ginza (si dice ghinza) dove abbiamo visitato il Sony building e gironzolato un po per i vari negozi delle grandi marche italiane e non (si ho detto italiane). Ricordatevi però che la maggior parte dei negozi e altri aprono alle 10:30 quindi se trovate qualcosa da fare prima è meglio.

Da parte nostra ci siamo impegnati a superare le 10 del mattino visitando il Idemitsu Museum of Arts, questo ci ha permesso in ordine: di perderci alla ricerca del suddetto che quindi abbiamo trovato chiuso (doveva riaprire a fine aprile…) quindi se non sapete che fare,
potete provare anche voi.

Abbiamo scelto la zona di Shibuya per passare il pomeriggio girovagando per le 3 vie che la compongono piene di strani negozi e di persone di qualsiasi sesso, colore e genere. Il negozio più famoso della zona è il 109 presente in molti anime e manga. Questo negozio insieme ad altri disseminati per la zona rappresentano il punto focale dove i tamarri di Tokyo si ritrovano e si vestono. Da non perdere assolutamente il mitico Scrumble attraversato contemporaneamente da una miriade di persone.

Per ultimo abbiamo lasciato Shinjuku veramente meravigliosa alla sera quando le luci dei cartelloni pubblicitari saturano le macchine fotografiche rendono quasi orribile ogni foto. Sulla guida lonely planet è suggerito un giro del quartiere che permette di visitare oltre alle zone più commerciali anche quelle più nascoste. In questo modo abbiamo visitato il Golden Gai piccolo quartiere pieno di locali (interdetti agli stranieri) molto suggestivo e il quartiere a luci rosse Kabukicho assolutamente molto più sobrio di come uno se lo può aspettare e come tutto il Giappone per niente pericoloso.

Alla sera ci siamo diretti al Tokyo Metropolitan Governement Office dove ci siamo goduti un’altra delle viste dall’alto di Tokyo.

Il secondo ed ultimo giorno siamo tornati al mercatino di Asakusa per fare le ultime compere. Veramente valido per trovare tutto quello che può occorrere per fare regali o per portare a cassa come souvenir.

La partenza dal Giappone è stata tristissima… è difficile tornare via da un mondo così strano e affascinante…

N.B.= nel caso in cui facciate scali intermedi o il volo non sia diretto ricordate che non potete comprare saké al duty free in quanto nel momento del cambio dell’aereo non potrete portare a bordo liquidi. Vi consigliamo quindi di comprare il sake a terra e metterlo nello zaino; no, il saké liofilizzato non esiste.

L'articolo Giorno 21-22:Ultimi giorni in Tokyo, Shibuya, Shinjuku, Ginza e souvenirs!!! proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/05/13/giorno-20-21ultimi-giorni-in-tokyo-shibuya-shinjuku-ginza-e-souvenirs/feed/ 3 248
Giorno 20: Un pò del Festival di Takayama, e Tokyo Akihabara http://viaggio-giappone.it/2009/05/12/giorno-20-un-po-del-festival-di-takayama-e-tokyo-akihabara/ http://viaggio-giappone.it/2009/05/12/giorno-20-un-po-del-festival-di-takayama-e-tokyo-akihabara/#comments Tue, 12 May 2009 08:30:53 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=245 Il giorno della partenza da Takayama non ci siamo arresi, dovevamo vedere qualcosa. Grazie agli uffici informazioni disposti per la città e alle decine di mappe prese a giro (ogni voltache non sapevamo in che tasca era finita una mappa ne prendevamo un’altra), sapevamo che alcuni carri si sarebbero ritrovati in un punto centrale di … Continua la lettura di Giorno 20: Un pò del Festival di Takayama, e Tokyo Akihabara

L'articolo Giorno 20: Un pò del Festival di Takayama, e Tokyo Akihabara proviene da Viaggio in Giappone.

]]>

Il giorno della partenza da Takayama non ci siamo arresi, dovevamo vedere qualcosa. Grazie agli uffici informazioni disposti per la città e alle decine di mappe prese a giro (ogni voltache non sapevamo in che tasca era finita una mappa ne prendevamo un’altra), sapevamo che alcuni carri si sarebbero ritrovati in un punto centrale di Takayama.
Abbiamo preso i nostri fidi zaini (pesanti e giganti), salutato il simpaticissimo padrone del Ryokan, e ci siamo diretti là.Il posto era letteralmente zeppo di persone, e sempre di più ne arrivavano per vedere lo show delle marionette. 4 Carri totali si sono infatti ritrovati al centro di una piazza e, uno alla volta, hanno controllato le loro marionette per mostrarle muoversi in piccole storie giapponesi.

Queste marionette a differenza di quelle che conosciamo noi, hanno le fila che controllano i movimenti dal basso. Sopra di esse non ci sono cavi di alcun genere.
Lo show è stato piacevole anche se il numero di persone (ed i nostri zaini) lo hanno reso piuttosto stressante.

Finito questo piccolo intermezzo del festival siamo corsi alla stazione per arrivare all’ultima nostra tappa: Tokyo.
Il tempo a Tokyo era bellissimo per fortuna, e l’hotel Edoya davvero splendido e situato in una zona di tokyo (Ueno) molto piacevole da scorrere a piedi, piena di salite e discese similari a quelle di San Fransico.

Rimaneva circa mezza giornata, e abbiamo  deciso di tornare e visitare tutto il quartiere tecnologico, Akihabara, in cerca di regali, piccoli gadget di cartoni animati e nella speranza di trovare una PSP a basso prezzo.
Ovviamente la PSP non l’abbiam trovata (con il cambio a 130yen per un euro si risparmia circa 20 euro. Un’inezia), ma il quartiere tecnologico è assolutamente un must per appassionati di anime/hi-tech!

Foto giorno 20:

Giappone: Giorno 20

L'articolo Giorno 20: Un pò del Festival di Takayama, e Tokyo Akihabara proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/05/12/giorno-20-un-po-del-festival-di-takayama-e-tokyo-akihabara/feed/ 3 245
Giorno 19: Takayama ed il festival che non c’è http://viaggio-giappone.it/2009/05/11/giorno-19-takayama-ed-il-festival-che-non-ce/ http://viaggio-giappone.it/2009/05/11/giorno-19-takayama-ed-il-festival-che-non-ce/#respond Mon, 11 May 2009 09:05:15 +0000 http://viaggio-giappone.it/?p=242 Il viaggio da Kanazawa a Takayama si è poi dimostrato un pò lungotto. Ma eravamo preparati (svariati libri son circolati tra le mani di ognuno di noi). Quello a cui non eravamo preparati era la sfiga, o perlomeno : La pioggia. Siam partiti la mattina per arrivare nel primissimo pomeriggio a Takayama e trovare un … Continua la lettura di Giorno 19: Takayama ed il festival che non c’è

L'articolo Giorno 19: Takayama ed il festival che non c’è proviene da Viaggio in Giappone.

]]>

Il viaggio da Kanazawa a Takayama si è poi dimostrato un pò lungotto. Ma eravamo preparati (svariati libri son circolati tra le mani di ognuno di noi). Quello a cui non eravamo preparati era la sfiga, o perlomeno : La pioggia.

Siam partiti la mattina per arrivare nel primissimo pomeriggio a Takayama e trovare un bruttissimo tempo ad attenderci.

Al nostro arrivo infatti un tempo nuvoloso pieno di pioggia ci ha accolti. La città era però ben preparata e l’organizzazione davvero ben gestita. Appena fuori dalla stazione abbiamo trovato un casotto in legno che rappresentava l’ufficio informazioni per il festival e dove fornivano informazioni anche sulla città. Visto che il nostro Ryokan non sapevamo dove fosse abbiamo chiesto lì, e gentilmente ci hanno fornito una mappa con segnato il punto del Ryokan a mano. Ottima gestione dobbiamo ammettere.

Il Ryokan è stata la vera perla del viaggio. Un ryokan davvero in stile familiare, con il gestore amichevole ma totalmente ignorante della lingua inglese che però non ha mancato di farsi capire e di trattarci con una cordialità a dir poco imbarazzante. Il posto poi, sebbene un pò diroccato era spazioso e vicino ai punti principali della città con pochi minuti di camminata.

Nel pomeriggio abbiamo cercato di capire cosa era possibile vedere e se il festival era rimandato. Nella città erano presenti svariati punti informazioni aggiornati sulle scelte del festival. Nel nostro caso il festival fu bloccato. Ma alcuni carri mostravano il loro show ai passanti senza uscire però dai “box” che li contenevano. Se arrivate con un buon anticipo sicuramente li vedrete bene. Ma probabilmente voi troverete il sole 🙂

Il resto della giornata l’abbiam passato a guardare i negozi della città, alcuni davvero incredibili. Takayama dev’essere una città bellissima che però ci è stata preclusa dal tempo.
Decidemmo comunque che il giorno dopo saremmo partiti più tardi, sperando che almeno la parte mattutina del festival  si tenesse.

Foto del giorno 19:

Giappone: Giorno 19

L'articolo Giorno 19: Takayama ed il festival che non c’è proviene da Viaggio in Giappone.

]]>
http://viaggio-giappone.it/2009/05/11/giorno-19-takayama-ed-il-festival-che-non-ce/feed/ 0 242